Galatone, la città abbraccia il Volley. In coppa 3 a 0 al Bari, si va in semifinale. Vince anche la femminile

Doppio trionfo per una città in festa: è un week-end da urlo quello trascorso dagli sportivi di Galatone in compagnia della Green Volley, che con due match in casa ha visto il successo della compagine maschile di serie D e di quella femminile di Seconda Divisione.

Per gli uomini di mister Rudy Alemanno vittoria per 3 a 0 ai danni della Don Milani Volley Bari, squadra arrivata nel fortino dei bianco-verdi per i quarti di finale della Coppa Puglia di Serie D. Capitan Mattia Dantoni e compagni, primi nel girone B della competizione regionale, hanno steso la quarta in classifica del girone A aggiudicandosi il match in una cornice di pubblico ancora una volta sorprendente: 25-18 finisce la prima frazione di gara, con i padroni di casa che al secondo e al terzo set non affrontano esattamente una passeggiata di salute, ma si impongono rispettivamente con un sudato 28-26 e un 25-23 conquistato in rimonta.

La società del presidente Giuseppe Giuri stacca così il biglietto per la semifinale della competizione, in programma in primavera: “Soddisfatti per la risposta e la vicinanza che il territorio esprime ogni domenica intorno alla squadra” esultano dallo staff della Green, che è già con la testa al prossimo confronto, quello contro l’ostico Talsano (domenica 3 febbraio, di nuovo in casa) valido per la prima giornata di ritorno del Campionato di Serie D.

Sorride anche la compagine femminile, che alla quarta giornata del campionato provinciale di Seconda Divisione femminile surclassa la “Infissi Scarcella Lequile” imponendosi anch’essa per 3 set a 0. Le ragazze di mister Danilo Porco, pur in formazione rimaneggiata a causa di acciacchi e assenze, rispedisce a casa le ospiti con i parziali di 25-9, 25-14 e 25-10: la rosa capitanata da Marta Calò si apposta così in quinta posizione nel girone A del torneo, con nove punti conquistati in quattro partite. Domenica prossima le ragazze faranno visita alla “Salesiani” Lecce.

Questo slideshow richiede JavaScript.