Lecce e Salento sito naturale e culturale UNESCO

Lecce e Salento sito naturale e culturale UNESCO

Lecce e Salento sito naturale e culturale UNESCO 

Lecce, 4 ottobre 2015.

 

In margine agli annunci dell’on. Rotundo e dell’assessore Delli Noci

PANKIEWICZ : “VALORI E RINNOVAMENTO” RITIENE CHE LECCE E IL SALENTO ABBIANO LE CARTE IN REGOLA PER DIVENTARE SITO “CULTURALE E NATURALE” DELLA WORLD HERITAGE LIST DELL’UNESCO

Il Movimento collaborerà con appositi dossier già  in via di realizzazione

 

In margine alle dichiarazioni dell’on. Antonio Rotundo e dell’assessore Alessandro Delli Noci apparse oggi sulla stampa, il presidente del Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento”, Wojtek Pankiewicz, ha dichiarato : “Registriamo con soddisfazione gli annunci dell’on. Rotundo e dell’assessore Delli Noci. Ricordiamo che noi di “Valori e Rinnovamento”, che nell’ambito  del nostro progetto “Salento Ideale” sosteniamo l’Economia della Bellezza, già il 9 settembre 2014, nel corso di una conferenza stampa (nella foto) con testimonial d’eccezione dell’iniziativa, Edoardo Winspeare, rivolgemmo un appello alla Provincia,al Comune di Lecce e agli altri comuni salentini affinchè fosse formalizzata  la richiesta di iscrizione nella World Heritage List di Lecce e del Salento quale sito misto, cioè culturale e naturale .  Non solo, quindi, il Barocco leccese. Ricordiamo pure che nel corso della conferenza stampa, il filosofo Giovanni Invitto, da noi invitato a parlare della “Bellezza nella storia”, raccontò, esibendo il documento, che un vescovo-filosofo irlandese del ‘700, George Berkeley, fece un giro in Italia e arrivò fino in Puglia. Al termine del suo viaggio scrisse una lettera ad un amico scozzese e gli disse che “la più bella città d’Italia non era Roma né Napoli, né Firenze, ma Lecce”.

Dopo la conferenza stampa – ha proseguito Pankiewicz – abbiamo continuato a sensibilizzare e a contattare di persona i rappresentanti delle istituzioni salentine ricevendone sempre, a voce o per iscritto, risposte ampiamente positive. Di recente, abbiamo stabilito un contatto con la consigliera delegata alla Cultura della Provincia, Simona Manca, concordando, per partire col piede giusto, un incontro preparatorio con tutti i sindaci della Provincia di Lecce, che si svolgerà nei prossimi giorni.

“Valori e Rinnovamento” – ha concluso Pankiewicz – collaborerà fattivamente con le istituzioni per portare avanti la complessa istanza e per questo ha già in preparazione diverse documentazioni, sussidi e supporti da allegare ad essa, che dimostrano la straordinarietà e l’unicità delle nostre bellezze artistiche e naturali.

Inoltre, a partire dal 23 di questo mese di ottobre, organizzeremo un grande evento culturale ogni mese nel corso del quale grandi esponenti del mondo dell’arte, della cultura e dello spettacolo lanceranno appelli perchè Lecce e il Salento diventino Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Lecce e il Salento patrimonio dell’umanità e dell’Unesco – Incontro con Simona Manca

Lecce e il Salento patrimonio dell'umanità e dell'Unesco - Incontro con Simona Manca

Lecce e il Salento patrimonio dell’umanità e dell’Unesco – Incontro con Simona Manca 

LECCE E IL SALENTO PATRIMONIO DELL’UMANITA’ UNESCO: LA CONSIGLIERA ALLA CULTURA DELLA PROVINCIA SIMONA MANCA STAMATTINA HA INCONTRATO WOJTEK PANKIEWICZ, PRESIDENTE DI “VALORI E RINNOVAMENTO”, A PALAZZO ADORNO. A GIORNI ASSEMBLEA DEI SINDACI PER PREDISPORRE NEL MIGLIORE DEI MODI LA PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA

 

Questa mattina , a Palazzo Adorno, la Consigliera delegata alla Cultura della Provincia, Simona Manca, ha incontrato Wojtek Pankiewicz, presidente del Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento”, per avviare, facendo seguito ad altri incontri precedenti, avvenuti nei mesi scorsi anche alla presenza del presidente Antonio Gabellone, le procedure per l’inserimento di Lecce e del Salento nella World Heritage List dell’UNESCO.

“Noi di “Valori e Rinnovamento”, ha affermato Pankiewicz, che col nostro progetto “Salento Ideale” promuoviamo l’Economia della Bellezza, sosteniamo con forza e costanza la proposta che abbiamo formulato in conferenza stampa il 9 settembre dello scorso anno con testimonial d’eccezione Edoardo Winspeare. Infatti, le risorse artistiche e naturali del Salento sono enormi. Lecce e il Salento  hanno le carte in regola perchè si possa presentare la candidatura per essere inclusi come sito nella lista del PATRIMONIO MONDIALE CULTURALE E NATURALE DELL’UNESCO “.

La Consigliera Manca ha confermato, anche a nome del presidente Gabellone, la piena concreta disponibilità della Provincia ad avviare l’iniziativa ed ha affermato  : “La Provincia di Lecce dal barocco di Galatina, al centro storico di Nardò, dal castello di Copertino, alla Cattedrale di Otranto, fino al mare di Gallipoli e all’incanto del Barocco leccese, rappresenta una grande e unica realtà di bellezza”.

Considerato che anche il sindaco di Lecce, Paolo Perrone ha di recente nuovamente scritto al presidente Pankiewicz, confermando che l’Amministrazione comunale sta preparando un dossier propedeutico alla candidatura di Lecce a “Patrimonio dell’Umanità”, quale importante opportunità per tutto il territorio salentino, soprattutto per gli importanti risvolti culturali e turistici, e che altri comuni, da ultimo Gallipoli, sono interessati al progetto, Simona Manca  ha informato Wojtek Pankiewicz che, presto, la Provincia riunirà in assemblea, invitando pure l’Università del Salento, tutti i sindaci del territorio per avviare la complessa procedura  di prersentazione della candidatura per l’inserimento nella World Heritage List.

Pankiewicz ha espresso viva soddisfazione assicurando la massima concreta collaborazione e il massimo impegno di “Valori e Rinnovamento” per raggiungere l’ obiettivo, dimostrando che i beni proposti sono unici a livello mondiale, non solo attraverso la compilazione di dossier, ma anche organizzando grandi eventi con testimonial d’eccezione, come già fatto il 9 settembre dell’anno scorso con Edoardo Winspeare e poi con Ercole Pignatelli, con “Tito Schipa For Children”e con la rassegna “Barocco che incanta”, inserita nel portale di Expo 2015 e con diverse altre prestigiose iniziative.