IV Giornata Mondiale della Lingua Ellenica – Liceo Classico Nardò (Le)

Nardò (Le) – 9 febbraio 2019 – I.I.S.S. “Galilei” Liceo Classico – IV Giornata Mondiale della Lingua Ellenica – Progetto a cura delle docenti Alberta Barone, Agata De Martinis e Sabrina Vissicchio e degli alunni Sofia Campa, Giulio Valente, Gaia Schirinzi, Biagio Orlandino, Pasquale Muci, Marialaura Potenza, Federica Dell’Anna, Carola Plantera e Salvatore Calciano (classe IV B) – Ballerina: Sara Albano – Si ringrazia la dr.ssa Santina Dell’Anna per la cortese ospitalità presso la Biblioteca Vergari di Nardò (Le) – Video di Mauro Longo

Il termine ICONICO è inteso nel senso di “archetipico”. L’archetipo è l’eterno modello delle cose che influisce sull’immaginario collettivo e sullo sviluppo dell’identità personale. La parola, infatti, esprime l’interiorizzazione dei modelli di riferimento acquisiti. Gli archetipi, le tradizioni, i miti, i simboli dei Greci, reinterpretati, viaggiano nel tempo e rinnovandosi, permettono la trasmissione di un patrimonio prezioso.

Dimostrazione cinofila della Polizia di Stato – I.C. Polo 1 Galatone (Le)

Galatone (Le) – 8 gennaio 2019 – Scuola Secondaria di Primo Grado “A. De Ferrariis” – Nell’ambito della “Giornate sulla Sicurezza” il Comune di Galatone ha presentato, presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “A. De Ferrariis” dell’I. C. Polo 1, una “Dimostrazione cinofila della Polizia di Stato” con la partecipazione dei cinofili del Reparto “Cinofili” di Brindisi e del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nardò – Interventi di Cristina Nico (Docente Scuola Secondaria di Primo Grado “A. De Ferrariis”), Pantaleo Nicolì (Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nardò), Giuseppe Cardinale (Consigliere Comunale con delega alla Sicurezza e Agente Scelto della Polizia di Stato), Tonio Diocleziano (Sovrintendente Capo del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nardò), Cosimo Damiano Dell’Anna (Assistente Capo Polizia di Stato), Cosimo Sorino (Assistente Capo della Polizia di Stato), Simone Pireno (Assistente Cinofilo Polizia di Stato) e Flavio Filoni (Sindaco di Galatone) – Video di Mauro Longo

Quando la Musica diventa Poesia

Nardò (Le) – 14 dicembre 2018 – Teatro Comunale – La “Pro Loco Nardò e Terra d’Arneo” e Alberto Chiantera hanno organizzato l’evento “QUANDO LA MUSICA DIVENTA POESIA”, Tito Schipa si racconta… da un’idea di Alberto ChianteraAntonio Settanni (conduttore), He Xim (tenore), Chiara Centonse (soprano), Quartetto d’Archi (Orchestra Mito), Valeria Vetruccio (pianoforte), Grammofoni d’epoca di Alberto Chiantera, Francesca Rollo (Direttore Artistico) – Nel video l’intervento iniziale di Carlo Longo (Presidente “Pro Loco Nardò e Terra d’Arneo”) e la prima parte dell’evento – Video di Mauro Longo

Arabeschi nell’Oscurità, alla scoperta della Grotta dei Cervi

Nardò (Le) – 16 novembre 2018 – Aula Magna Seminario Diocesano – L’AICC di Nardò ha organizzato la conferenza “Arabeschi nell’Oscurità, alla scoperta della Grotta dei Cervi la Cappella Sistina del Neolitico” tenuta da Anna Rita Longo (Docente di Lettere, science writer).

FLASH MOB DEL COMPRENSIVO POLO 2, CON PIU’ DI 500 ALUNNI, CHIUDE LA EUROPE CODE WEEK 2018

FLASH MOB DEL COMPRENSIVO POLO 2, CON PIU_ DI 500 ALUNNI, CHIUDE LA EUROPE CODE WEEK 2018 (2)

Per chiudere la settimana della Code week gli alunni dell’I.C. Polo2 dopo aver lavorato con la programmazione visuale a blocchi sul concetto di algoritmo, applicato alla sequenza di passi necessari per realizzare una danza, hanno eseguito, il 24 ottobre, indossando simpatiche visiere da loro realizzate, un colorato Flash Mob, in piazza Cesare Battisti, sulle note dell’Ode to Code inno ufficiale della manifestazione.

E’ l’atto finale del progetto Europe Code week promosso dalla Commissione Europea e giunto alla sua quinta edizione. Gli studenti per una settimana si sono cimentati in tante attività per stimolare lo sviluppo del pensiero computazionale come strumento di crescita collettiva e individuale.

In piazza l’entusiasmo dei bambini della scuola primaria era incontenibile, mentre gli studenti della scuola secondaria di primo grado hanno “scritto” con il proprio corpo “CODE 18”.

Presenti all’evento il Dirigente Dott. Angelo Antonio Destradis e alcuni studenti del Liceo Artistico E. Vanoni con dei Code-Robot che avevano realizzato con alunni della scuola primaria.

Programmazione a blocchi, pensiero computazionale, coding, pixel art, unplugged, roby, cifrari, algoritmi sono queste le parole che gli alunni del polo due ‘hanno masticato’ in queste due settimane e i genitori,  alquanto incuriositi, pian piano capivano e imparavano anche loro.

All’inizio, ascoltando i racconti dei loro figli si sono trovati a non comprendere la maggior parte delle cose che erano loro raccontate. L’apparenza era che a scuola i bambini anziché fare italiano, storia o matematica facessero giochi e strani disegni. Qualcuno ha anche provato ad approfondire, ma le parole erano confuse e ‘da grandi’: programmazione a blocchi, pensiero computazionale, coding, pixel art, unplugged, roby, cifrari, algoritmi, tutti termini inusuali per dei bambini. Poi, pian piano, il mistero si è svelato.

Già all’ingresso della scuola appariva un grande e colorato pannello: la scuola stava partecipando all’Europe CodeWeek 2018 promossa a livello europeo e sponsorizzata dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.  Una grande, allettante ed entusiasmante, sfida lanciata a tutti gli Istituti europei che anche il Polo 2 Renata Fonte ha saputo cogliere con entusiasmo e partecipazione di alunni e di docenti. Infatti, gli studenti guidati dai loro docenti, nello scenario del programma europeo sul Coding sono stati protagonisti di numerosi eventi in concomitanza con tantissime altre scuole del territorio limitrofo, nazionale ed europeo.

FLASH MOB DEL COMPRENSIVO POLO 2, CON PIU_ DI 500 ALUNNI, CHIUDE LA EUROPE CODE WEEK 2018 (1)

L’I.C. Polo 2 non è nuovo a queste iniziative, ma non aveva mai partecipato in forma così massiccia e coinvolgente. Tantissime le attività on line e unplugged. Tutti i vari spazi della scuola sono stati trasformati in laboratori di multiattività tutte con lo scopo di avvicinare sempre più i bambini al pensiero computazionale e al probem solving, al coding e alla robotica: nuove frontiere della didattica innovativa e inclusiva.

L’obiettivo è stato quello di fare ‘coding’, cioè sviluppare e potenziare la logica e la creatività e insegnare fin più piccoli a saper programmare in un mondo che diventa sempre più ‘smart’ e molto innovativa. L’I.C. Polo 2, guidato dalla Dirigente Scolastico Dott.ssa Mariagiuditta Leaci, ha confermato ancora una volta di essere in grado di rispondere pienamente a tematiche attualissime partendo dalla formazione innovativa dei bambini. Terminata ora l’Europe Code Week, i bambini guidati dai loro insegnanti  continueranno con nuove attività seguendo il motto che il coding è per tutti, come la scuola.

Sono intervenuti in piazza l’Ass. alla Pubblica Istruzione Maria Grazia Sodero e il Consigliere Comunale Antonio Tondo che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento svolto con il patrocinio del Comune.