Galatone conferisce un attestato di merito al prof. Luigi Musco

Galatone (Le) – 19 aprile 2019 – Sala Consiliare – Attestato di Merito al Prof. Luigi Musco, ricercatore in biologia ed ecologia marina presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli – Video di Mauro Longo

Luigi Musco 

Luigi Musco è Ricercatore in biologia ed ecologia marina presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, il più prestigioso ed internazionale ente di ricerca italiano nel campo delle scienze del mare. Si è laureato in Biologia all’Università del Salento nel 2002 con 110 e lode  e presso la stessa Università ha conseguito il Dottorato in Ecologia Fondamentale nel 2007. All’Università del Salento ha studiato la biodiversità degli organismi marini e gli effetti che le attività antropiche possono avere sul funzionamento degli ecosistemi.

Nel 2012 si è trasferito in Sicilia come Ricercatore presso il CNR a Palermo per studiare gli effetti della tropicalizzazione del mare ed in particolare gli effetti delle invasioni di specie aliene (tropicali) sulla flora e la fauna del Mediterraneo. Sempre al CNR ha condotto studi su idroidi e coralli che hanno portato ad importanti ricerche scientifiche di rilevanza internazionale.

E’ autore di più di 40 articoli pubblicati da riviste scientifiche internazionali, inclusa la prestigiosa rivista Ecology edita dalla Società Americana di Ecologia. In particolare, due scoperte, quella della Cleptopredazione e quella della Proto-cooperazione nei coralli, hanno avuto notevole risalto mediatico, meritando articoli su giornali e TV di tutto il mondo (come New York Times, Financial Times, Newsweek, la Repubblica, la BBC per citarne alcuni) ed un mini documentario del National Geographic.

Dal 2017 è Responsabile Scientifico del progetto ABBACO, finanziato dal MIUR e dal CIPE, coordinato dalla Stazione Zoologica e che coinvolge le eccellenze delle Università e degli Enti di Ricerca Italiani (CNR, Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ENEA, CoNISMa, Università Parthenope, Federico II, Politecnica delle Marche, Vanvitelli) il cui scopo è quello di valutare lo stato dei fondali di Bagnoli e fornire le linee guida per il loro restauro dopo decenni di devastazione prodotti dall’attività industriale nell’area. Di recente la trasmissione Linea Verde di Rai 1 ha dedicato un servizio al progetto ABBACO, a testimoniare l’importanza che il recupero dei fondali di Bagnoli riveste non solo per Napoli ma per l’intero Paese.

Nel Novembre 2018 ha vinto il Premio Dohrn come miglior Ricercatore della Stazione Zoologica di Napoli consegnato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...