Galatone conferisce un attestato di merito al prof. Luigi Musco

Galatone (Le) – 19 aprile 2019 – Sala Consiliare – Attestato di Merito al Prof. Luigi Musco, ricercatore in biologia ed ecologia marina presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli – Video di Mauro Longo

Luigi Musco 

Luigi Musco è Ricercatore in biologia ed ecologia marina presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, il più prestigioso ed internazionale ente di ricerca italiano nel campo delle scienze del mare. Si è laureato in Biologia all’Università del Salento nel 2002 con 110 e lode  e presso la stessa Università ha conseguito il Dottorato in Ecologia Fondamentale nel 2007. All’Università del Salento ha studiato la biodiversità degli organismi marini e gli effetti che le attività antropiche possono avere sul funzionamento degli ecosistemi.

Nel 2012 si è trasferito in Sicilia come Ricercatore presso il CNR a Palermo per studiare gli effetti della tropicalizzazione del mare ed in particolare gli effetti delle invasioni di specie aliene (tropicali) sulla flora e la fauna del Mediterraneo. Sempre al CNR ha condotto studi su idroidi e coralli che hanno portato ad importanti ricerche scientifiche di rilevanza internazionale.

E’ autore di più di 40 articoli pubblicati da riviste scientifiche internazionali, inclusa la prestigiosa rivista Ecology edita dalla Società Americana di Ecologia. In particolare, due scoperte, quella della Cleptopredazione e quella della Proto-cooperazione nei coralli, hanno avuto notevole risalto mediatico, meritando articoli su giornali e TV di tutto il mondo (come New York Times, Financial Times, Newsweek, la Repubblica, la BBC per citarne alcuni) ed un mini documentario del National Geographic.

Dal 2017 è Responsabile Scientifico del progetto ABBACO, finanziato dal MIUR e dal CIPE, coordinato dalla Stazione Zoologica e che coinvolge le eccellenze delle Università e degli Enti di Ricerca Italiani (CNR, Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ENEA, CoNISMa, Università Parthenope, Federico II, Politecnica delle Marche, Vanvitelli) il cui scopo è quello di valutare lo stato dei fondali di Bagnoli e fornire le linee guida per il loro restauro dopo decenni di devastazione prodotti dall’attività industriale nell’area. Di recente la trasmissione Linea Verde di Rai 1 ha dedicato un servizio al progetto ABBACO, a testimoniare l’importanza che il recupero dei fondali di Bagnoli riveste non solo per Napoli ma per l’intero Paese.

Nel Novembre 2018 ha vinto il Premio Dohrn come miglior Ricercatore della Stazione Zoologica di Napoli consegnato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Il Carro di Sant’Elena si svolgerà regolarmente

Il Carro di Sant'Elena si svolgerà regolarmente

Foto di Vanessa Chirivì

In riferimento al comunicato pubblicato pochi minuti fa, peraltro non autorizzato, si fa presente che il CARRO DI SANT’ELENA si svolgerà regolarmente il 4 maggio così come programmato. Le incomprensioni sono state già superate da tutte le parti con il buon senso e grande responsabilità. Invitiamo tutta la cittadinanza a collaborare alla buona riuscita di quella che è una grande tradizione della Nostra comunità.

Il Rettore Don Angelo Corvo

Il Sindaco Flavio Filoni

Crocifisso2019_Carro6x3

Spieghiamo alla nostra Galatone perché si perde il gusto di portare avanti le tradizioni…

Spieghiamo alla nostra Galatone perché si perde il gusto di portare avanti le tradizioni....

Foto di Vanessa Chirivì

Il Comitato degli Amici del Carro di Sant’Elena informa la cittadinanza tutta di Galatone che quest’anno, come mai era accaduto nella storia del nostro paese e con profondo dispiacere, la manifestazione storica non potrà esserci.

Ringraziamo di cuore il paese per la risposta positiva che ha dimostrato nel volerci aiutare a mantenere viva la storia del carro, frutto del lavoro e della passione di volontari che, in maniera gratuita, senza sponsor o sovvenzioni hanno investito del tempo per realizzare tutto ciò . Purtroppo, nonostante l’impegno e il lavoro già avviato alla conclusione, dopo aver stretto collaborazioni e accordi per lo svolgimento dettagliato e in sicurezza della manifestazione, si sono verificati, in maniera imprevista e irrispettosa, episodi di prevaricazione, di imposizione di condizioni che non rendono sereno il prosieguo dell’iniziativa.

Non riteniamo corretto vanificare il lavoro e la disponibilità di chi si è speso per tutto questo tempo, in favore del l’incapacità a comprendere che non si tratta di una vetrina in cui ci si presenta all’ultimo momento sgomitando ma è un lavoro di squadra in cui si costruisce insieme, nessuno si mostra e tutti si danno con fede, devozione e senso di appartenenza al territorio e alle sue tradizioni. Per questo ci siamo visti costretti a sospendere definitivamente la manifestazione per salvaguardare la sicurezza nostra e del paese stesso. Grazie

Il comitato Carro Sant’Elena