PANNELLI SOLARI CHE … SCOTTANO!

PANNELLI SOLARI CHE … SCOTTANO !

PANNELLI SOLARI CHE … SCOTTANO!

IMPIANTI SOLARI SUGLI EDIFICI PUBBLICI: SOLDI DI TUTTI, GUADAGNI DI POCHI, RISPARMI DI NESSUNO

Il Comune di Galatone ha pagato centinaia di migliaia di euro per impianti solari installati su 12 edifici pubblici, in gran parte scuole. Quali sono stati i benefici per la comunità? Dopo tre anni di battaglie da parte di Galatone Bene Comune, l’Amministrazione Comunale vuole finalmente accertare se i cittadini abbiano pagato ingiustamente per questi impianti. Si arriva così tardivamente ad una causa legale, dall’esito incerto, che costerà altri denari pubblici.

VI RICORDATE COSA ERA SUCCESSO?

Ai tempi dell’Amministrazione Miceli, arriva un finanziamento ministeriale e vengono SPESI OLTRE 1 MILIONE DI EURO: PER OTTENERE QUALI VANTAGGI?
Infatti, le spese per il riscaldamento e la produzione di acqua sanitaria a carico di tutta la collettività non sono affatto diminuite nelle utenze servite, anzi in molti casi sono aumentate.

Dal 2012, però, anno in cui gli interventi sono stati ultimati, nessuno si è preoccupato di verificare l’effettivo risparmio che questi impianti avrebbero dovuto garantire secondo le norme del bando di gara aggiudicato alla ditta.
Quando GALATONE BENE COMUNE ha sollevato dubbi sull’effettivo funzionamento di tali impianti e sulle relative spese sostenute (75.000 € all’anno), nessuna forza politica ha sostenuto la nostra battaglia.

Anche di fronte a simile indifferenza, CONVINTI CHE NON FOSSE TUTELATO L’INTERESSE DEICITTADINI, SIAMO ANDATI AVANTI.

A quel punto l’Amministrazione Nisi ha bloccato il versamento delle rate all’impresa, ma né la Maggioranza, né l’Opposizione hanno mai messo in discussione l’efficienza degli impianti stessi, cominciando a chiedere conto dei risultati; allora si sarebbe potuto intervenire, ed era già tardi!
Nel 2017, l’Amministrazione Comunale è cambiata: ABBIAMO SOLLECITATO LA GIUNTA FILONI MA LE NOSTRE RICHIESTE HANNO TROVATO SEMPRE RISPOSTE EVASIVE E MURI DI GOMMA. SIAMO ANDATI AVANTI.

AD UN TRATTO L’AMMINISTRAZIONE SI SVEGLIA, ma solo dopo aver ricevuto, nell’agosto del 2018, un‘ingiunzione per il pagamento di quanto reclamato dall’impresa, vi si oppone e chiede soltanto ora di “far accertare l’inadempimento contrattuale della società, donde far dichiarare la risoluzione del contratto di appalto e far accertare eventuali responsabilità progettuali con relativo risarcimento in favore dell’Ente.” (Deliberazione Giunta Comunale n. 258 del 09/10/2018).

ERA ORA!

Associazione
GALATONE BENE COMUNE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...