QUANDO IL SINDACO E GLI ASSESSORI CONTINUANO A DARE I NUMERI

QUANDO IL SINDACO E GLI ASSESSORI CONTINUANO A DARE I NUMERI

         QUANDO IL SINDACO E GLI ASSESSORI CONTINUANO A DARE I NUMERI                       Rispetto dell’ambiente solo a parole!

Rispetto dell’ambiente solo a parole!

 

Che la ex discarica di contrada Vorelle necessitasse di essere presa in seria considerazione ai fini di una definitiva messa in sicurezza era una cosa risaputa da tutti.

Si aspettava da tempo l’uscita del bando da parte della Regione, e l’occasione si è presentata l’8° agosto 2017.

Eravamo tutti convinti che l’Amministrazione Comunale avrebbe partecipato vista l’apparente attenzione nei confronti dell’ambiente e soprattutto perché era previsto nel programma elettorale un intervento in tale direzione.

Evidentemente in quel periodo la Giunta del sorriso era intenta a ricercare fantomatici buchi di bilancio e a riaprire parcheggi sulla scogliera della Reggia.

Fortunatamente l’amico Emiliano riapre più volte i termini per presentare le istanze, ma solo in occasione dell’ultima proroga del 23 luglio 2018 l’allegra brigata si accorge del bando e incarica dei tecnici per la predisposizione del progetto, utilizzando fondi del bilancio messi a disposizione dell’eccellente Assessore al Bilancio Maurizio Pinca, mediante affidamento diretto con determina del 14 settembre 2018.

Come per magia dopo appena tre giorni il progetto viene approvato dalla Giunta  comunale e candidato alla Regione!

A Galatone si dice: “La muscia pi la pressa fece li musci cicati”. E così infatti è stato!

Malgrado la presenza nell’Amministrazione di super ambientalisti  come l’Assessore all’Ambiente Roberto Bove – conosciuto più per i suoi innumerevoli cambi di casacca che per iniziative personali degne di nota -, il celebre consigliere Aloisi noto alle cronache per la sua lotta contro la mafia della xylella e il nostro amato Sindaco nemico giurato dell’amianto ad intermittenza (fino al 2017) , il progetto, predisposto in soli tre giorni, malgrado il bando fosse stato pubblicato da oltre 15 mesi, viene riferito inammissibile dalla Commissione perché non conforme al Bando.

Nonostante questa solenne bocciatura, i nostri super amministratori ambientalisti hanno l’ardire di sventolare esultanti le bandire per aver vinto il Bando portando a casa 1.500.000 euro e proclamando solennemente che a costo zero verrà finalmente risolto un annoso problema che da più di 40 anni pregiudica l’ambiente della nostra Città.

Tra l’altro in una circostanza molto favorevole: solo 15 progetti erano stati presentati dai Comuni e la disponibilità di notevoli fondi.

Allora due sono le cose: o il Sindaco Filoni, l’Assessore Bove e il Consigliere Aloisi sono in cattiva fede e pensano di continuare a prendere in giro i galatonesi, oppure hanno perso completamente il senno non riuscendo più a interpretare una Determina regionale che a chiare lettere esclude Galatone dal finanziamento al Progetto.

Una cosa è certa: il finanziamento non ci sarà, ma soprattutto si è persa forse l’unica possibilità di poter risolvere un grave problema per la nostra comunità.

Di chi è la colpa? Si dice sempre del Sindaco, ma a Galatown Flavio Filoni afferma che siamo tutti sindaci ergo la colpa non è di nessuno!

La verità è che finalmente cade la maschera di un’Amministrazione ipocrita che con il sorriso ha preso e continua a prendere il giro i suoi cittadini.

Prova ne è la falsa propaganda che celebra la vittoria in tanti bandi ivi compreso quello della rigenerazione urbana, del quale tuttavia si omette di dire che era stato avviato dalla precedente Amministrazione, e il silenzio omertoso sul mancato finanziamento – pure di questi giorni – per la video sorveglianza, ottenuto invece da più di 400 comuni, malgrado il nostro fosse classificato di “elevatissima incidenza criminale”.

Ancora una volta in tutta questa vicenda si distingue l’Assessore Bove, non tanto per la sua irrilevanza politica quanto per la sua incapacità nell’affrontare e risolvere le innumerevoli problematiche del suo assessorato: dalla sicurezza all’ambiente passando per la viabilità naturalmente.

Sono sotto gli occhi di tutti i problemi legati alla sicurezza e in particolare i notevoli furti registrati negli ultimi tempi senza che ci sia stata una benché minima attenzione per il problema con l’attuazione di iniziative concrete, così come per quanto concerne l’ambiente rimangono sempre incontrollate e piene di rifiuti le periferie.

E meno male che volevano un Paese più pulito!

Per non dimenticare il malfunzionamento dell’Ecocentro della zona artigianale e il mancato avviamento di quello terminato da più di un anno e mezzo nella zona industriale e mai messo in funzione.

Migliorerà sicuramente la differenziata con il progetto avviato dall’Aro/6 – la cui vice presidenza, a differenza del passato, è stata rifiutata dall’attuale Amministrazione – , ma anche in questo caso diranno che il merito è loro, dimenticando di dire che il Progetto è stato approvato più di due anni fa.

E dulcis in fundo la viabilità, dove si assiste anche in questo caso al quotidiano paradosso della “circolare” che non circola, ma che grava sulle tasche dei contribuenti per più di 50.000 euro l’anno, privando nello stesso tempo l’utilizzo ottimale di Piazza Padre Pio, Per non dimenticare l’eliminazione delle strisce blu, che ha comportato la perdita per le casse comunali di ulteriori 50.000 euro circa, la perdita di due posti di lavoro e la totale confusione della gestione dei parcheggi nel centro abitato, specie nelle zone con elevata presenza di esercizi commerciali.

A questo si aggiunga poi il disagio creato ai cittadini residenti e agli utenti della scuola media De Ferrariis con il senso unico così come è stato concepito in viale Aldo Moro.

Insomma fai danni all’ambiente e fai danni alla sicurezza e fai danni alla viabilità, Assessore Bove, perché non te ne vai!?

Fallo per il bene del tuo Paese! E tra l’altro eviterai tanti imbarazzi ai tuoi colleghi di Giunta e al tuo giovane e inesperto Sindaco, al quale raccomandiamo in futuro, giusto per sdrammatizzare e per rimanere in ambito felino di “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”!

I Consiglieri di Opposizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...