Sul podio, sempre trionfanti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Aradeo

Sul podio, sempre trionfanti gli alunni dell_Istituto Comprensivo di Aradeo

Sul podio, sempre trionfanti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Aradeo

I ragazzi di Aradeo, da Riccia a Cesena, amano confrontarsi a livello nazionale cogliendo tutte le opportunità e continuando a vincere! Il 27 aprile 2018 sono stati protagonisti in ben due competizioni di rilevanza nazionale:  Olimpiadi della Lingua Italiana a Riccia e  Olimpiadi di Problem Solving a Cesena .

Primo posto alle Olimpiadi di Problem solving per la squadra Einstein della scuola primaria, formata dagli alunni Baldari Sofia, Bruno Gioele, Cardinale Chiara, Simone Margot accompagnati dalla docente referente Cardinale Carmela e dalle docenti Cascione Anna, Mastroleo Gabriella, Merico Concetta.

Medaglia d’argento per  la squadra delle Olimpiadi di Italiano della scuola primaria formata da Blanco  Gianpaolo, De Paolis Andrea, Donadei Maria Pia, Giustizieri Chiara, Tondi Giulia, Zizzari Niccolò, guidata dalla docente referente Manta Cosima. I ragazzi sono stati accompagnati da una cospicua rappresentanza di docenti, oltre alla referente:  Carallo Melissa, Cavalera Anna, Carmen Scrimieri, Baldari Simonetta che hanno partecipato alla contestuale giornata di formazione indirizzata alle scuole partecipanti.

Nelle finali delle due competizioni si è classificata anche la scuola secondaria di 1° gr per le Olimpiadi di Italiano con la squadra formata da Miglietta Umberto, Congedo Giacomo, Stefano Casaluci, Letizia Papadia, Pagliara Francesco, guidati dalle docenti Loredana Guido e Carlino M. Lucia, e l’alunna Maria Legittimo per la gara individuale di Problem Solving.

Il lavoro dei docenti ha avuto anche un importante riconoscimento da parte del Comitato Scientifico delle Olimpiadi della Lingua italiana in quanto è stato selezionato per essere presentato il 26 aprile a Riccia nel workshop del seminario sulle buone pratiche didattiche nell’ambito dell’educazione linguistica.

Le Olimpiadi del “Problem Solving” (OPS) sono promosse da oltre 10 anni dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, al fine di perseguire diversi obiettivi: innanzitutto puntano al potenziamento di metodologie di problem solving, poi intendono mettere a frutto il patrimonio informatico, oggi strumento privilegiato per comprendere il complesso mondo della globalizzazione. Si prefiggono, inoltre, lo sviluppo di processi di ragionamento creativo, e nello stesso tempo metodico, per sviluppare strategie sistematiche di problem solving in una logica che vada nella direzione del cosiddetto pensiero computazionale (“computational thinking”), prospettiva multidisciplinare che sviluppi, fin dalla scuola primaria, competenze utili al mondo contemporaneo.

Le Olimpiadi della lingua italiana, 11 edizione, sono promosse dall’ Università degli Studi del  Molise e dall’Istituto Omnicomprensivo di Riccia, dalla Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana, i Lincei per la scuola, sotto il patrocinio della Regione Molise e del Comune di Riccia e con il supporto tecnologico della Molise Dati SpA.

Le Olimpiadi della Lingua Italiana intendono rilanciare in maniera anche ludica l’importanza della riflessione sulla lingua in tutti gli ordini della scuola.

L’iniziativa mira a richiamare l’attenzione sulla rilevanza della conoscenza della grammatica per un uso corretto della lingua e di un potenziamento di tutte le competenze linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, parlato); sul valore formativo della conoscenza metalinguistica e sulla possibilità di sviluppare e affinare la capacità di analisi e di risoluzione dei problemi; sulla necessità di incrementare in tutti gli ordini di scuola la didattica della lingua in tutti i suoi aspetti, inclusa l’attenzione alla variabilità della lingua e alla sua evoluzione nel tempo e nello spazio, al concetto di uso linguistico che completa la visione normativa della grammatica; sull’importanza di potenziare anche un approccio ludico ai saperi tradizionali.

La dirigente, prof.ssa Carmela Cezza, esprime profonda soddisfazione per i risultati raggiunti, resi possibili dall’impegno di tutti i docenti all’interno di attività progettuali curricolari ed extracurricolari indirizzate a tutti gli alunni, tramite le quali sono stati rigorosamente selezionati i soggetti partecipanti alle gare finali.

Un ringraziamento particolare viene espresso anche alle famiglie che hanno supportato la scuola durante tutto il percorso progettuale, dando il giusto valore all’impegno scolastico dei propri figli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...