“Coding immersivo” – I. C. Polo 2 Nardò

Coding immersivo” - Polo 2 Nardò (2)

“Coding immersivo” – I. C. Polo 2 Nardò

Nardò – Martedì 20 marzo si è svolta la manifestazione “CODING IMMERSIVO LIVE” un evento digitale e interattivo di diffusione del pensiero computazionale, con la partecipazione straordinaria del Prof. Alessandro Bogliolo dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

L’.I.C. Grazia Deledda a Lecce ha accolto le classi della Scuola Primaria Polo 2 “Renata Fonte” di Via Bellini Nardò in un innovativo laboratorio digitale che ha coinvolto tutti i partecipanti in performance sul coding.

Il laboratorio interattivo intende promuovere l’acquisizione e la certificazione delle competenze di cittadinanza europea mediante linnovazione didattica e metodologica.  Spesso le famiglie vivono in contesti isolati con poche relazioni sociali e i loro figli trascorrono molto del loro tempo libero come soggetti passivi davanti ai numerosi device a loro disposizione.
In questo caso si ritiene che la scuola debba invece sviluppare nei ragazzi il pensiero creativo, lo spirito d’impresa, le competenze digitali e sociali utili alla costruzione di un nuovo futuro.

Un mix interattivo e vincente, se si pensa che in ogni parte del mondo team di volontari organizzano corsi e campus per divulgare il pensiero “computazionale” – questa nuova “scuola” che permette di migliorare la capacità di elaborare procedimenti costruttivi per creare generazioni di “utenti attivi” capaci di affrontare la società e le tecnologie del futuro. Steve Jobs diceva che “Tutti dovrebbero imparare a programmare un computer, perché ti insegna a pensare” . In ogni angolo del pianeta ne sono consapevoli, tanto che molte Istituzioni si mobilitano per diffondere il pensiero computazionale con iniziative. Anche in Italia, con l’ideazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) da cui è nata la “Buona Scuola” – che ha introdotto il tema delle “nuove alfabetizzazioni”: la capacità di sviluppare programmi per computer (coding) e l’uso del pensiero computazionale.

Coding immersivo” - Polo 2 Nardò

Coding immersivo” – I. C. Polo 2 Nardò

Dalle 9.00 alle 11.00  la partecipazione del Prof. Alessandro Bogliolo ha regalato un momento ricco di emozioni digitali all’insegna del coding per alunni e insegnanti. Un’occasione di incontro straordinario con uno dei principali divulgatori in Italia del coding. Un momento importante per le Istituzioni scolastiche salentine per il confronto e la possibilità di trarre spunto per iniziative e programmi nella didattica digitale.

Alessandro Bogliolo: classe 1968 ha conseguito laurea e dottorato di ricerca in Ingegneria elettronica e informatica all’Università di Bologna. Ha lavorato a Ferrara, Bologna, Stanford e oggi insegna all’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”. Fra i principali divulgatori in Italia del coding e del suo utilizzo nella didattica della scuola primaria e secondaria, svolge la sua attività anche sul web e i suoi interventi in webinar rimangono visibili su youtube con altissime visualizzazioni. Di recente è protagonista nelle “lezioni” in onda su RAI Scuola, che supportano la diffusione del Piano Nazionale Scuola Digitale. E’ in Italia l’attuale coordinatore europeo per l’iniziativa sulla diffusione del coding “Europe Code Week” della Commissione Europea. Ha coinvolto nelle attività di coding migliaia di alunni e docenti realizzando, come autore, il corso on-line CodeMOOC. A settembre 2016 ha pubblicato per la Giunti Editore “Coding in Your Classroom, Now! Il pensiero computazionale è per tutti, come la scuola”.

“Santu Lazzaru” 2018

Galatone (Le) – 19 marzo 2018 – Via Cappuccini – La Parrocchia di San Francesco d’Assisi porta per le strade l’antica tradizione di “Santu Lazzaru” – Intervento di Don Antonio Musca (Parroco della Parrocchia San Francesco d’Assisi) – Video di Mauro Longo

Firmato un Protocollo d’Intesa tra l’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Kalòs Arte&Scienza

Firmato un Protocollo d_Intesa tra l_Associazione di Promozione Sociale e Culturale Kalòs Arte&Scienza

Firmato un Protocollo d’Intesa tra l’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Kalòs Arte&Scienza, presieduta dalla scrittrice Giovanna Politi e la Casa Circondariale di Lecce, diretta dalla dott.ssa Rita Russo

Martedì 13 marzo 2018, presso la sala riunioni della Direzione della Casa Circondariale di Lecce di Borgo San Nicola, la Direttrice della Casa Circondariale, dott.ssa Rita Russo e la presidente dell’ Associazione di Promozione Sociale e Culturale Kalòs Arte&Scienza, la scrittrice Giovanna Politi, hanno firmato un Protocollo d’Intesa al fine di portare l’Arte e la Bellezza all’interno delle mura carcerarie.

La Casa Circondariale di Lecce per il raggiungimento dei propri fini istituzionali, può concludere accordi con le amministrazioni dello Stato e con enti pubblici e privati.

L’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Kalòs Arte&scienza ha elaborato un progetto teso a promuovere l’Arte come strumento utile al recupero della devianza e alla riabilitazione del detenuto, a perseguire l’umanizzazione, attraverso l’Arte , dei rapporti tra personale carcerario e detenuti, a migliorare gli ambienti carcerari attraverso l’Arte, a creare in questi ambienti uno spazio che possa diventare cantiere di bellezza.

Le Parti, pertanto, per il raggiungimento di queste finalità, contenute nel Protocollo d’Intesa, assumono di volta in volta iniziative coordinate ed efficaci, nonché definiscono i criteri e le modalità operative per la realizzazione delle stesse.

Erano presenti alla cerimonia la Direttrice della Casa Circondariale di Lecce, dott.ssa Rita Russo, la presidente di Kalòs Arte&Scienza, la scrittrice leccese Giovanna Politi, con una delegazione di Kalòs composta da Salvatore Cosentino, Silvia Grasso, Francesco Grasso, Federica Quarta e Antonella Santi.

Il messaggio poetico di Cosimo Russo

Galatone (Le) – 13 marzo 2018 – Enrico Longo (Direttore de “La Postilla”), ci presenta il suo saggio “Il messaggio poetico di Cosimo Russo” – Video di Mauro Longo

Che senso ha scrivere tante liriche e non offrirle al pubblico? Perché privare gli amanti della poesia dei suoi versi, suggestivi e musicali, di un mondo interiore travagliato perché aperto ai motivi più alti e profondi dell’esistenza? La lettura attenta del libretto “Per poco tempo” ci fa scoprire, accanto alla profondità del sentire, l’animo travagliato del poeta, l’ansia di bene e di bello, l’amore profondo per gli esseri della natura, motivi tutti che sembrano costituire un messaggio per chi si accosta alla sua poesia. E forse proprio per questo, per non mancare di trasmetterlo, questo messaggio, ha deciso, in un momento in cui temeva di perdere definitivamente la possibilità di comunicare, di pubblicare la silloge che raccoglie poesie scelte personalmente da lui stesso tra le tante, quelle che non potevano rimanere nascoste. Il messaggio di un vero poeta, il suo testamento spirituale.

Leggi e scarica in PDF il saggio “Il messaggio poetico di Cosimo Russo” di Enrico Longo:

Il messaggio poetico di Cosimo Russo

“School e Soccer”: vince il Professionale ma sorridono tutti

“School e Soccer” vince il Professionale ma sorridono tutti (2)

“School e Soccer” vince il Professionale ma sorridono tutti

Nardò ha riabbracciato un torneo fra le scuole. Lo scorso 11 marzo, presso il centro sportivo “Vacanze Serene”, si è disputato “School e Soccer”, in altre parole una domenica mattina dedicata al pallone e ai ragazzi. Un evento in cui hanno creduto con caparbietà Antonio Tondo e Tony De Paola, rispettivamente consigliere comunale delegato allo Sport e presidente della consulta dello Sport del Comune di Nardò. Ed è stato un successo: ben otto squadre ai nastri di partenza corrispondenti ad altrettanti istituti scolastici: Predators di Cristian Fioschi e Dello Team di Stefano Esposito (Istituto Tecnico Commerciale “E. Vanoni”), Jazzy City di Mattia Polo e Taurus di Gabriele Mazzeo (Professionale “N. Moccia”), Spartak Moscow di Gabriele Cuppone e Ultras Scientifico di Gianluca Dell’Anna (Liceo Scientifico “G. Galilei”), Real Classic di Gabriele De Paola (Liceo Classico “G. Galilei”) e I Mediani di Paolo Tuma (Liceo Scientifico “E. Medi” di Galatone).

In un torneo caratterizzato da uno spiccato senso di amicizia fra i ragazzi – lontani dall’apatia dei social e che hanno preso le distanze da fenomeni da condannare apertamente come quello del bullismo – ha prevalso Jazzy City: 3-2 in finale su Spartak Maniscow (in gol Eugenio Crisavola, Alex Mele e Mattia Polo per il Professionale; doppietta di Lorenzo Russo per lo Scientifico).

“School e Soccer” vince il Professionale ma sorridono tutti

Tra i premi individuali, il miglior giocatore è Lorenzo Lupo (I Mediani) e il riconoscimento come miglior portiere va a Fabio Cacciapaglia (Dello Team), entrambi neretini. Hanno arbitrato gli incontri i direttori di gara Antonio e Luigi Re, in una mattinata allietata dal deejay Matteo Filieri e dalla fotografa Chiara Ligorio.

“Una manifestazione bellissima – dichiara Tondo a margine dell’evento – che ha coinvolto tanti giovani e le rispettive famiglie. Come al solito lo sport fa rima con unione e condivisione, proponendosi come straordinario strumento sociale”. “Non vediamo l’ora di bissare l’evento nel 2019 – afferma invece De Paola – ma siamo già al lavoro per proporre un torneo rivolto ai giovani nei prossimi mesi. I sorrisi dei ragazzi a fine torneo rappresentano la nostra più bella gratificazione”.
Gli organizzatori hanno infine ringraziato Maurizio Fiorentino per il supporto, arbitri, fotografa, deejay e la sensibilità degli sponsor Iron Bike, Pizzeria “Sopra al Desideria”, Tabaccheria Romano e In viaggio con Momì.

Antonio Tondo

Consigliere Comunale con delega allo Sport

Tony De Paola

Presidente Consulta Comunale dello Sport

TRA RIPRESA (PER I FONDELLI), REALTÀ MEDIATICA E SITUAZIONE REALE L’ITALIA È IL PAESE CON LE PIÙ RILEVANTI DISEGUAGLIANZE TERRITORIALI DELL’EUROZONA

 

 

TRA RIPRESA (PER I FONDELLI), REALTÀ MEDIATICA E SITUAZIONE REALE L'ITALIA È IL PAESE CON LE PIÙ RILEVANTI DISEGUAGLIANZE TERRITORIALI DELL'EUROZONA

“TRA RIPRESA (PER I FONDELLI), REALTÀ MEDIATICA E SITUAZIONE REALE: L’ITALIA È IL PAESE CON LE PIÙ RILEVANTI DISEGUAGLIANZE TERRITORIALI DELL’EUROZONA”             di Crocifisso Aloisi

Ecco un nuovo report, questa volta di bankitalia, che certifica la profonda spaccatura presente in questa specie di Nazione. L’ennesima fotografia che smentisce le balle che ciclicamente siamo costretti a sentire a proposito di ripresa economica e conti in ordine: “Mezzogiorno, giovani e stranieri sempre più impoveriti” e sempre con meno possibilità di sviluppo. Il Sud Italia, già destinatario di storiche e disastrose politiche economiche che lo hanno ridotto ad un’area funzionale per lo sviluppo economico del Nord Italia, è ormai “abbandonato a se stesso, con redditi più bassi di Grecia: da inizio crisi crollo Pil e perso 60% posti lavoro” e “Fra i grandi sistemi dell’eurozona l’Italia è il Paese con le più rilevanti diseguaglianze territoriali”, scrisse il Censis in un’altra relazione del 2013. Mentre per l’Istat “nel Mezzogiorno il livello del Pil pro capite è di 18,2mila euro, inferiore del 44,2 per cento rispetto a quello del Centro-Nord”.

Cambiano gli istituti di rilevamento, passano gli anni, si susseguono governi di destra o sinistra o tecnici, ma la situazione non migliora affatto. Qualcuno potrebbe obiettare che al Sud c’è un’economia sommersa che sfugge a queste statistiche !

Leggendo uno studio prodotto nel 2011 dal titolo “L’ economia sommersa fra evasione e crimine: una rivisitazione del Currency Demand Approach con una applicazione al contesto italiano”, autori Guerino Ardizzi, Carmelo Petraglia, Massimiliano Piacenza, Gilberto Turati (di cui pubblico una tabella riassuntiva), non sembra affatto vero anche quest’altro luogo comune: “in controtendenza rispetto all’opinione largamente diffusa secondo cui è dal Mezzogiorno che deriverebbe il principale contributo alla formazione della nostra shadow economy” è proprio il Nord l’area del Paese dove “l’intensità del sommerso è assai più elevata”, hanno sintetizzato gli autori dello studio.

Nessun pareggio di bilancio, nessuna ripresa economica potrà dirsi tale se continuano a permanere tali macroscopici squilibri territoriali.

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/569496/La-poverta-cresce-ancora-Bankitalia-quasi-1-persona-su-4-a-rischio

 Crocifisso Aloisi

Formazione a Sannicola. Un successo il corso “Marketing & Social Media”

Formazione a Sannicola. Un successo il corso “Marketing & Social Media”

Formazione a Sannicola. Un successo il corso “Marketing & Social Media”

Si è rivelato un gran successo il corso di formazione gratuito “Marketing & Social Media”, organizzato dall’Amministrazione comunale di Sannicola. Un successo certificato dai 60 partecipanti che con entusiasmo e coinvolgimento hanno affollato il Frantoio Ipogeo di Sannicola: cinque diversi incontri con docenti qualificati e competenti quali Antonio Tondo, dottore commercialista, il giornalista e social media manager Lorenzo Falangone, Dino Salamanna, specializzato nella redazione di business plan e piani di sviluppo business, e Gianni Inguscio di Rubik, società operante nel settore della comunicazione digitale.

Lo scorso sabato 10 marzo l’ultimo appuntamento con la consegna degli attestati di partecipazione. Soddisfazione da parte di Mery Cataldi, consigliere delegato alla Formazione professionale: “Sono davvero entusiasta per la risposta della cittadinanza – afferma – e per la cospicua ed interessata partecipazione, anche di coloro i quali hanno raggiunto Sannicola da paesi limitrofi e più lontani. Si è trattato di un corso innovativo e gratuito che certifica la bontà dell’operato dell’Amministrazione comunale di Sannicola, protesa a favorire un percorso di formazione volto a giovani e non. Quello appena concluso – conclude Cataldi – sarà il primo di una serie di appuntamenti con al centro la formazione”.

Mery Cataldi

Consigliere comunale con delega alla Formazione Professionale