Due nuove cucce per Bianca e Biondo

Due nuove cucce per Bianca e Biondo

Due nuove cucce per Bianca e Biondo

Con Delibera di Giunta del 17/11/17, l’Amministrazione ha provveduto all’acquisto e al collocamento di due cucce molto confortevoli e di dimensioni adeguate presso la Piazza del Monumento ai Caduti, precisamente posizionandole nella stradina pedonale che collega Via XX Settembre a Via Galateo.

In un primo momento questa soluzione era stata ipotizzata e proposta ai cittadini che si sono interessati della questione, ma non aveva incontrato la loro approvazione. Quindi si è verificata la necessità di trovare un altro luogo dove dare riparo non solo a Bianca e Biondo ma a tutti randagi del territorio.

Data la grande disponibilità di spazio per il passeggio e la sgambata, era stata ipotizzata una soluzione interna al Dog Park di prossima realizzazione in Piazza San Pio (che sarà dotato di altre due cucce per lo stallo di cani in difficoltà).

Sono state valutate le varie soluzioni possibili, tra cui anche l’adozione, ma in virtù del legame storico tra i cani e i cittadini e della circostanza che è pervenuta solo una richiesta di adozione peraltro esterna al territorio comunale, l’Amministrazione ha ritenuto di dover procedere d’ufficio alla realizzazione della proposta inizialmente formulata.

Però questa vicenda ha suscitato anche tanta amarezza.

Bianca e Biondo sono parte del grande gruppo dei 34 cani reimmessi sul territorio comunale.

Il Comune provvede alle loro cure dopo averli strappati a tristi esistenze nei canili, coadiuvato da diligenti cittadini che danno liberamente e volontariamente loro tutte le cure necessarie, in silenzio e con grande solerzia.

Ne era parte anche Nerone, il cane Galatonese che aveva l’affetto di una città intera, famoso per presenziare a tutte le processioni e accompagnare la città in ogni sua festa, in ogni suo avvenimento. Nerone aveva le cure di tante persone, l’affetto di passanti, bambini, ragazzi, volontari e turisti che lo riconoscevano come un simbolo della nostra cittadina, ma come tanti suoi compagni non ha avuto una cuccia e tantomeno ne ha mai avuto bisogno. L’intenzione riguardo Bianca e Biondo non ha mai previsto di spostarli o mandarli via, tantomeno di negare loro una dimora (viste le condizioni motorie precarie), voleva solo dare loro uno stallo decoroso, che non ledesse anche all’importanza simbolica del Monumento ai Caduti, ora finalmente questa “casa” è per loro realtà.

Ci dispiace che questa vicenda sia stata strumentalizzata e sia finita alla mercè di chi, senza alcuna informazione e senza aver mai appurato la situazione, si sia messo a sentenziare, o nei peggiori casi, ad offendere e augurare la morte degli amministratori; così come siamo molto dispiaciuti dal fatto che se questa proposta fosse stata coscienziosamente accettata in prima istanza, tutto questo clamore inopportuno sarebbe stato evitato. Il polverone non ha in alcun modo nuociuto all’Amministrazione, forte del fatto di aver proposto dall’inizio questa situazione, ma ha danneggiato l’immagine di una città come Galatone, sempre sensibile ai problemi degli animali, in tutti i suoi colori politici, proprio perchè sono valori che ci appartengono e ci sono sempre appartenuti negli anni.

Precisiamo anche che entrambi i cani, in questi giorni, sono stati presi in custodia e curati da cittadini, sempre in contatto con noi, che si occupano quotidianamente di loro. Ringraziamo pubblicamente la Polizia Municipale, l’associazione R.A.V. e l’associazione C.A.R. per aver collaborato al meglio nella risoluzione della problematica, e soprattutto ringraziamo tutti quei cittadini che da sempre si sono impegnati non solo per Bianca e Biondo, ma per la cura degli animali. A chi invece ha sfruttato questa situazione per fare autopromozione e ledere in maniera pesante l’immagine di Galatone, dovrebbe farsi un esame di coscienza e chiedere scusa alla Città: non saranno più tollerate smanie di protagonismo e politicizzazione sfrenata di temi così delicati.

Il Sindaco

Flavio Filoni

L’Assessore alla Polizia Municipale

Roberto Bove

3 thoughts on “Due nuove cucce per Bianca e Biondo

  1. FATE TUTTI COPIA ED INCOLLA DELL’# E PUBBLICATELO OVUNQUE IN OGNI COMMENTO CHE RIGUARDI QUESTA SCHIFOSA STORIA, GRAZIE !!!
    #VergognatiFlavioFiloniSindacoDiGalatone

    COME BEN SI VEDE DAL VIDEO APPENA PUBBLICATO SU FB, LA SOLUZIONE PRESA DAL SINDACO DI GALATONE, FLAVIO FILONI, È UN’ULTERIORE “PRESA PER IL C… FONDELLI”, IN QUANTO NON CORRISPONDE ASSOLUTAMENTE A CIÒ CHE HA DICHIARATO NEL SUO PUBBLICO COMUNICATO 😡
    QUINDI, “AL VICOLO LATRINA” CI VADA LUI A SOGGIORNARE, INCLUSA TUTTA LA SUA AMMINISTRAZIONE E NOI, AMANTI RISPETTOSI DEGLI ANIMALI DI TUTTA ITALIA, CONTINUEREMO A BATTERCI FINCHÉ LE CUCCE NON VENGANO RIMESSE AL LORO POSTO INIZIALE, CIOÈ, NEL POSTO DECENTE DOVE BIANCA E BIONDO VIVEVANO SENZA DISTURBARE NESSUNO, PRIMA CHE ARRIVASSE LA NUOVA AMMINISTRAZIONE (eletta da soli da 4 mesi) A RIMUOVERE LE CUCCE SOLO PER RIPICCA POLITICA CONTRO LA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE E QUINDI, NON PER UNA QUESTIONE DI DECORO, CAUSANDO COSÍ TANTA INUTILE SOFFERENZA A BIANCA E BIONDO (il quale anche cardiopatico), POVERI ANZIANI CANI DI QUARTIERE, AMATI DA TUTTI I CITTADINI E MASCOT DI TUTTI I NEGOZIANTI DELLA ZONA.
    ~MGDF~

  2. Il commento di cui sopra mi sembra impregnato solo di odio politico e non nel merito della questione.
    Premetto che non sono difensore di nessuno, ma qui mi sembra siamo ben oltre i limiti della normale ragionevolezza.
    Siamo sicuri che tutti questi cani ex randagi riammessi nel territorio siano ben accetti dai cittadini? Siamo certi che i turisti valutino positivamente questa “accoglienza”?
    Nessuno vuol maltrattare gli animali, sono contrario ai canili, ma sono contrario, come tante altre persone a vedere in giro per il paese cani di ogni tipo e marciapiedi e aiule pieni di relativi bisogni.
    Quindi mi rivolgo a chiunque ami gli animali e sopratutto alle associazioni, invece di polemizzare sui social, adottate un cane e portatelo a casa. Ne guadagnerebbe sia il cane che la comunità e sopratutto chi li ama veramente e non solo a parole.
    Ricordo poi che il regolamento di polizia urbana art. 54 vieta tra l’altro la circolazione di cani non assicurati al guinzaglio o muniti di museruola. E forse decaduto questo articolo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...