Giuseppe Catozzella al Liceo Classico di Nardò

Nardò (Le) – 22 gennaio 2015 – Giuseppe Catozzella, vincitore “Premio Strega Giovani” 2014, incontra gli alunni del Liceo Classico di Nardò – Foto di Marialaura Cordella e Roberta D’Andria – Video di Mauro Longo

LICEO CLASSICO, OFFICINA DI INGEGNI

       È stato emozionante per gli alunni del Liceo Classico “Galileo Galilei” di Nardò accogliere nella loro scuola lo scrittore Giuseppe Catozzella, autore del romanzo “Non dirmi che hai paura”, edito da Feltrinelli e già tradotto in molte lingue. Laureato in Filosofia (ha studiato con Carlo Sini, tra l’altro), Catozzella ha scritto anche  poesie, romanzi-inchiesta (“Alveare”sulla presenza della ‘ndrangheta al Nord d’Italia, ad esempio), racconti e reportage per importanti riviste italiane e internazionali ed è attualmente docente in una prestigiosa università degli Stati Uniti.  Gli alunni lo attendevano da alcuni mesi, impazienti di incontrarlo a conclusione dell’esperienza di lettura dell’opera. E così è stato: il 22 gennaio, in un clima di grande attenzione e partecipazione, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di conoscere e, soprattutto, di dialogare con il vincitore del premio Strega giovani 2014, candidato, tra l’altro, come finalista al Premio Strega “senior”. Con la collaborazione di alcuni docenti hanno organizzato con cura la mattinata,  felici di aver letto il romanzo incentrato sulla vicenda di Samia Yassuf Omar: atleta somala, a 17 anni partecipò alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e sognava di partecipare a quelle di Londra, ma trovò la morte nel 2012  per annegamento,  in seguito al rovesciamento del barcone su cui aveva intrapreso uno  dei  tanti viaggi della “speranza” verso l’Occidente conclusosi tragicamente. Numerose le sollecitazioni, gli spunti di riflessione e le curiosità dei ragazzi, a cui Giuseppe Catozzella ha risposto con la vibrante profondità che ha “incantato” la platea. Gli alunni del Liceo Classico, ancora una volta, hanno approfittato non solo per allargare l’orizzonte dello studio alla produzione letteraria contemporanea, ma anche per confrontarsi , attraverso gli strumenti critici offerti dalla lettura, con la   realtà socio-politica, che mette spesso a dura prova sentimenti , scalfisce le certezze e costringe a interrogarsi sul proprio modo di stare al mondo;  e a cambiare – come molti di loro hanno affermato – il proprio sguardo sugli altri e sull’umanità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...